Porte

Una buona prevenzione antincendio nei luoghi di lavoro non può funzionare senza la presenza di idonee vie di esodo, di uscite di emergenza che permettano un deflusso senza ostacoli verso luoghi sicuri, cioè verso luoghi dove le persone possano ritenersi al sicuro dagli effetti di un incendio. In particolare nell’allegato IV del D. Lgs. 81/2008 sono indicate le caratteristiche minime che devono avere le vie e le uscite di emergenza.

Devono essere:

  • tenute costantemente sgombre per consentire di raggiungere il più rapidamente possibile un luogo sicuro;
  • in numero e dimensioni adeguate alla estensione del luogo di lavoro, alla loro ubicazione, alla loro destinazione d’uso ed alle attrezzature installate, nonché al numero massimo delle persone che possono essere presenti in tali luoghi;
  • realizzate in modo che l’altezza minima non sia inferiore a 2,00 m e la larghezza minima sia conforme alla normativa vigente in materia antincendi;
  • evidenziate da apposita segnaletica, conforme alle norme vigenti;
  • munite, quando necessario, di opportuna illuminazione di emergenza, che entri in funzione automaticamente, in mancanza di alimentazione elettrica.

Inoltre “quando nel percorso delle vie e delle uscite di emergenza sono presenti delle porte, queste devono essere apribili nel verso dell’esodo; e nel caso in cui tali porte devono essere tenute chiuse, queste devono potersi aprire facilmente”.

Cope si occupa di fornitura, installazione e manutenzione di uscite di emergenza, Porte Tagliafuoco REI e di maniglioni antipanico.