La gestione delle emergenze nel condominio: chi se ne deve occupare?

La gestione delle emergenze nel condominio: chi se ne deve occupare?

Pochi giorni fa è stato pubblicato un decreto riguardante norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione, in vigore dal 6 maggio 2019.

Il decreto suddivide gli edifici residenziali in 4 livelli di protezione in funzione dell’altezza antincendio dell’edificio

o del numero di occupanti e indica l’amministratore di condominio come il responsabile dell’attività, che deve occuparsi quindi di attuare tutte le misure necessarie a garantire la

sicurezza dell’edificio in base alla classificazione di rischio dell’edificio stesso.

compiti di questa figura possono riguardare operazioni semplici, come ad esempio:

  identificare le misure standard da attuare in caso d’incendio;
  fornire informazione agli occupanti sulle misure da attuare in caso d’incendio;
– esporre un foglio informativo riportante divieti e precauzioni da osservare, numeri telefonici per l’attivazione dei servizi di emergenza, nonché le istruzioni per garantire l’esodo in caso d’incendio, come previsto nelle misure da attuare in caso d’incendio;

Ma in caso di edifici classificati con livello di protezione superiore le responsabilità, le operazioni da compiere e le figure da coinvolgere per garantire la sicurezza aumentano, fino ad arrivare per esempio all’obbligo di costituire un centro di gestione dell’emergenza, ovvero un locale utilizzato per il coordinamento delle operazioni da effettuarsi in condizioni di emergenza, che  deve essere fornito almeno di:

– informazioni necessarie alla gestione dell’emergenza (es. pianificazioni, planimetrie, schemi funzionali di impianti, numeri telefonici…);
– centrale gestione sistema EVAC;
– centrale di controllo degli impianti rilevanti ai fini antincendio.

Vuoi essere sicuro che il tuo condominio o i condomini di cui sei amministratore rispettino la normativa in tema di gestione delle emergenze?

Contattaci per avere maggiori informazioni in merito al nuovo decreto e affidati ai nostri tecnici specializzati per una consulenza