Sei a norma con il contenuto minimo obbligatorio della cassetta di pronto soccorso?

Sei a norma con il contenuto minimo obbligatorio della cassetta di pronto soccorso?

Ai sensi del Decreto del Ministero della Salute 388/2003, le aziende con tre o più dipendenti devono dotarsi di una valigetta di pronto soccorso, mentre quelle con meno di tre lavoratori devono garantire il possesso di un pacchetto di medicazione,come indicato negli allegati del Regolamento. Tutti i materiali contenuti devono essere controllati periodicamente dall’addetto alle emergenze aziendale e non devono presentare scadenze.

Mai come negli ultimi decenni la sicurezza sul lavoro è stata oggetto di attenzione da parte del legislatore: sul punto sono intervenuti diversi decreti legislativi e regolamenti, sancendo obblighi stringenti per i datori di lavoro. Nonostante le modifiche e gli aggiornamenti, la normativa di riferimento per il pronto soccorso aziendale resta il Decreto del Ministero della Salute 388/2003, il quale innanzitutto divide le aziende in tre gruppi, in base alla tipologia di attività svolta, al numero di lavoratori e ai fattori di rischio:

GRUPPO A

Aziende a elevato rischio con più di cinque dipendenti appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro e quelle con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

GRUPPO B

Aziende con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A (quindi le aziende non ad elevato rischio).

GRUPPO C

Aziende con meno di tre dipendenti che non rientrano nel gruppo A (quindi le aziende non ad elevato rischio e che hanno fino a due lavoratori).

Sei certo di disporre dell’adeguata cassetta di pronto soccorso? Necessiti solamente di alcuni prodotti sfusi? Contattaci per un’analisi delle tue esigenze.